Pink Deluxe

Sabato 19 Novembre – Pink Deluxe!

Uno spettacolare tributo a Pink, fedele alla sua carica e a quella dei suoi concerti.
Unici in Italia a proporre questo tributo, i PINK Deluxe portano sul palco un vero e proprio spettacolo completo di coreografie, corpo di ballo, cambi d’abito e coristi live!

La formazione (modulabile nel numero a seconda del budget) è composta da validi musicisti professionisti che vantano collaborazioni importanti come Lucio Dalla, Nek, Annalisa Scarrone, Pupo, Toto Cutugno, Francesco Renga, Gianni Morandi, Marco Carta, Max Gazzè, Fiordaliso, Luisa Corna, e che sul palco fanno sentire la differenza.

Alla pagina pubblica PINK Deluxe di Facebook, si possono vedere foto e curiosità.

Crüe Infectiön

Sabato 3 Dicembre – Crüe Infectiön e il loro tributo ai Motley  Crüe!

I Crüe Infectiön nascono da un’idea del chitarrista Dave Swan
nel gennaio del 2012 e sono formati da:
Rachel O’Neill – Voce
Dave Swan – Chitarra
Dario Cea – Basso
Fabio “Le Duc” Rapizza – Batteria
La filosofia dietro al nostro omaggio ai Mötley Crüe è quella di non imitarli
o scimmiottarli, ma di tributare la loro musica e l’influenza che questa ha
avuto sul movimento Glam Metal restando noi stessi ma portando sul palco
uno show degno dei Mötley Crüe originali, replicando, quella si, l’attitudine
dei 4 Bad Boys di Los Angeles sul palco.
Sul palco ci presentiamo con costumi, scenografie originali e sopratutto con
le canzoni e i suoni curati nel dettaglio. La voce di Rachel O’Neill non farà
rimpiangere il Vince Neil degli anni migliori.
Garantiamo la massima serietà ed impegno affinché le nostre serate riescano
in ogni dettaglio ad accontentare il pubblico fino al più accanito fan della band
originale.
Il nostro show copre tutta la carriera dei Mötley Crüe con la formazione
originale quindi di fatto tutti i migliori successi della band al 1982 ad oggi con
grandi hit come Dr. Feelgood, Girls Girls Girls, Home Sweet Home ecc.
è possibile vedere Video e foto di alcune nostre performance sulla nostra
pagina Facebook:
www.facebook.com/crueinfectionband
o ancora sul nostro sito ufficiale:
www.crueinfection.com

Carl Verheyen band + Bettina Schelker

Sabato 12 Novembre – Carl Verheyen band + Bettina Schelker

Guitar magazine lo ha inserito tra i “top ten guitarist” al mondo, mentre Classic Rock Magazine tra i cento migliori chitarristi di tutti i tempi. Stiamo parlando del guitar hero Carl Verheyen, per anni chitarrista dei Supertramp, che nel corso della sua lunga e fortunata carriera ha collaborato con artisti del calibro di B.B. King, Little Richard, Josè Feliciano, Bee Gees, Christina Aguilera, Belinda Carlisle, Cher e Dolly Parton. Con la band che porta il suo nome ha inciso una quindicina di dischi e ha firmato numerose colonne sonore per grandi produzioni hollywoodiane
(citazione di Gabriele Antonucci)

Chitarra: Carl Verheyen (Supretramp)
Basso: Dave Marotta (B.Bacharach,G. Vannelli, P. Collins, Manhattan Transfer
Batteria: John Mader (Stu Hamm, Jeff Berlin, and Billy Sheehan)
 
CARL VERHEYEN
“One of the Top 10 Guitar Players in the World” Guitar Magazine
“One of the Top 100 Guitarists of All Time” Classic Rock Magazine
Carl Verheyen is a critically-acclaimed, Grammy�-nominated musician, vocalist, songwriter,
arranger, producer and educator with 12 CDs, two live DVDs and two books released worldwide. As
a member of the rock group Supertramp since 1985, Carl has played to millions of enthusiastic
fans in sold out arenas worldwide. As both a solo artist and as the creative force behind the Carl
Verheyen Band, he has released an impressive and eclectic discography that showcases his endless
talents across a wide array of musical genres. Carl is commonly regarded as a tone master and
guitar virtuoso capable of playing any style of music with remarkable mastery and conviction.
Verheyen has been one of LA’s elite “first call” session players for nearly 40 years, playing on
hundreds of records, movie soundtracks and television shows. Carl was heard by 67,000,000 people
as a featured soloist at the 2009 Academy Awards�, and was featured in the 2013 film
documentary about the history of the electric guitar, Turn It UP!
Verheyen has graced the pages of countless industry publications and been the subject of
numerous articles. A prolific writer, Carl’s book Studio City is a compilation of all the columns he
wrote for Guitar Magazine between 1996 and 1999. Formerly he wrote a monthly column for
Chitarre , Italy’s #1 guitar publication. He currently writes a monthly column for Guitar Player
magazine, plus blogs regularly for his own site.
On the educational front, Verheyen has produced two instructional videos called Intervallic Rock
Guitar and Forward Motion for Alfred Publishing, as well as an acclaimed master class for TrueFire.
He also has a book/CD detailing his unique “intervallic” style called Improvising without Scales .
Carl regularly gives master classes at USC, Los Angeles Music Academy and Musicians Institute in
Hollywood, and is in demand for clinics worldwide.
Working closely with Dean Markley USA, Carl developed a line of signature strings for the electric
guitar that perfectly balance the tremolo bridge of the Fender Stratocaster� and Strat�-type
guitars: the Carl Verheyen “Balanced Bridge” Helix� string set (.009 .012 .016 .026 .037 .046).
Carl also proudly helped design the LsL Instruments CV Special and CV Studio guitars. Based on
the same platform as the CV Special, the CV Studio is fitted with Carl’s own unique version of
Seymour Duncan’s patented Stack Plus hum-canceling pickup, custom-voiced for Carl and
impervious to 60-cycle hum.
“I believe electric guitar tone is a never-ending quest. If there is a way to make it sound better, I’m
after it. My best playing always goes hand in hand with that elusive goal of getting the tone right.
On my new CD we’d spend two hours in the studio nailing the sound, and 15 minutes cutting the
guitar solo!”
Verheyen’s latest release, Mustang Run , is the “guitar album” Carl has wanted to do for many years
featuring five different rhythm sections and a number of amazing guest soloists. It is Verheyen’s first
studio album since 2009’s Trading 8s and he will tour extensively behind the release.
Starting with “Taylor’s Blues,” an up-tempo blues shuffle, the listener is drawn in by the familiar yet
unique take Verheyen has on this age-old form. This is followed by a tone poem, “Julietta and the St.
George,” which begins as a classical acoustic guitar and piano duet that evolves into a funk groove.
Next is a straight-ahead jazz-fusion song called “Fusioneers Disease” featuring Simon Phillips on
drums.
Verheyen’s soaring melody on “Last Days of Autumn” calls to mind Jeff Beck’s more sensitive side,
while the deep groove on “Amandola” supports a melody that sticks in the mind long after it’s over.
Says Carl, “There are so many guitar shredder records out there, but if I buy them I tend to listen
once and file them away. I wanted to make a melodic statement on a record that would bear
repeated listening for years to come.”
Being with Supertramp for so many years, Carl has played “Bloody Well Right” 1,000 times or more.
On this, the only vocal tune on the album, he reworks it with a swampy treatment on slide guitar and
fellow Supertramp member John Helliwell on sax.
The music really ramps up as Carl’s ode to coffee drinking called “Riding the Bean” gets underway.
Featuring the amazing Stu Hamm on bass, the song’s outro connects to the title song’s intro via an
impromptu studio jam improvised right on the spot. The haunting melody of “Mustang Run”
features a wild solo outing from electric violinist Jerry Goodman.
Chad Wackerman and Jimmy Johnson, a rhythm section that works for such diverse artists as Allan
Holdsworth and James Taylor is featured on “Fourth Door on the Right.” This up-tempo jazzer also
features saxophonist Bill Evans. On this and every other tune, Carl’s unique brand of improvising is
presented with the gorgeous tones he’s known for. The CD closes with “Spirit of Julia,” a soulbaring
blues lament in the style of Ray Charles’ deepest church-inspired hymns, bringing us full
circle back to the bluesy language that began the record.
 
DAVE MAROTTA
Dave Marotta was born into a musical family in Monterey California. His father was a musician
and owned the premiere music store ABC Music on the Central Coast. From the age of 5, Dave
played classical guitar and studied with the many fine musicians that frequented his dads’ music
store. At age 12 he attended the Monterey Pop Festival and was drawn to the bass playing of Noel
Redding from Jimi Hendrix’ band. Shortly thereafter Dave picked up a bass from his dad’s store and
has been playin bass since that time.
Upon completeing two years of music studies at Monterey Peninsula College , Dave moved to Los
Angeles where he has been a fixture in the LA Studio scene performing on records , movies, jingles,
televison production and touring and recording with artists such as Colbie Caillat , the Mark-
Almond Band, Burt Bacharach,Gino Vannelli, Phill Collins, Carl Verheyen, Manhattan Transfer,
Bruce Hornsby, David Benoit,and many others.
Dave is actively involved in music production as well as contracting musicians for recording
sessions.
Dave also conducts bass seminars and music workshops for colleges, music schools , and musical
instrument manufacturers.
Dave plays and is an avid supporter of Musicman basses , Ernie Ball strings , and Markbass bass
amplification.
Recent projects have included working on Colbie Callaits’ debut platinum selling album ” Coco” on
Universal-Republic, the movie “What Happens In Vegas” the Wild Hogs Movie, Kenny Loggins “
How About Now ” release , and recently reuniting with renowned guitarist Carl Verheyen for a
European tour in May and Los Angeles performances on August 22nd at the Baked Potato.
Dave recently performed as a guest bassist for the “Band From TV” featuring actresses
Terri Hatcher, Bonnie Somerfield, and actors Greg Grunberg and James Denton .
Dave will also be co-producing Carl’s new cd which will start production in July and will perform
on an instructional DVD with Carl and drummer Chad Wackerman.
 
JOHN MADER
John has worked with grammy award winning artists Patti Austin, Steve Miller,
Booker T, Pat Benatar, and The Family Stone. John completed three tours
with BX3 featuring Stu Hamm, Jeff Berlin, and Billy Sheehan. You can
hear John play with Joe Satriani on Stu Hamm’s new release “Just Outside of Normal”.
John performed at the Playboy Jazz Festival at the Hollywood Bowl last summer
with Pee Ellis and Fred Wesley from the James Brown band. John toured with Pee
Wee, Maceo Parker, Vusi Mahlasela and Chiek Lo last fall.
Other: Drums for “Wicked”, “The Lion King”, “RENT”, and “Mama Mia”.

http://www.panorama.it/musica/carl-verheyen-a-udinjazz-che-ricordi-con-i-supertramp-e-b-b-king/
http://www.carlverheyen.com/

bettina-shelker
http://www.bettinaschelker.com/

 

Merqury Legacy (Queen tribute)

Sabato 5 Novembre – rivivi la magia dei Queen con il tributo dei Merqury Legacy!

Il 2011 per la “MERQURY Band” e’ stato l’anno dello scioglimento, per questo tre musicisti su cinque, sorretti dalla voglia di portare avanti un percorso iniziato nel 2001, per totale rispetto ai tantissimi fans-amici incontrati durante questo fantastico viaggio temporale, hanno deciso di continuare il loro Tributo verso gli intramontabili Queen con un nome diverso:

MERQURY LEGACY®

VI ASPETTIAMO COME SEMPRE NUMEROSI, ON THE ROAD!

Danny Conizzoli: Guitars, Bass, Vocals
Cristian Comizzoli: Guitars, Bass, Vocals
Jury Saddi:Vocals
Drums: Matteo Casiraghi

Eisernmann (Rammstein tribute)

Venerdì 4 Novembre – Eisernmann con il loro granitico tributo ai Rammstein!

Gli EisernMann hanno eletto a loro missione quella di annichilire le maggiori realtà live del territorio italiano sotto il sound roccioso del sestetto tedesco Rammstein. Gli EisernMann hanno scelto di riconoscersi nell’immagine di un incrociatore da guerra e di proporre uno show granitico che non si limiti semplicemente a scimmiottare le idee del gruppo originale.

Così, di fianco all’immancabile potenza di fuoco del loro spettacolo pirotecnico, troviamo costumi di scena e coreografie solidi e studiati per evocare la potente maestosità del mare e del cuore dei marinai: dopo anni di addestramento, l’equipaggio EisernMann è orgoglioso di presentare sei cattivi ragazzi che non hanno intenzione di prendere prigionieri.

Un consiglio: date in pasto agli EisernMann solo un pubblico che sia ignifugo.

 

Laura Fedele & The Nite Life

Domenica 16 Ottobre HI Folks in Tilt_Laura Fedele & The Nite Life

 La Nite Life, una delle più significative blues band italiane -con Lillo Rogati al basso, Heggy Vezzano alla chitarra e Giancarlo Cova alla batteria- incontra la pianista e cantante Laura Fedele: quattro nomi, quattro personaggi che sono sicuramente garanzia di buona musica.

Da questo sodalizio nasce un sound decisamente originale: spiccatamente blues, ma con aperture e contaminazioni. I brani si rifanno allo swing-blues, con l’inserimento di qualche pezzo più contemporaneo; il tutto, con l’apporto di una grande creatività e di una certa classe. Le capacità e le doti pianistiche e vocali di Laura, e la grande esperienza e le indiscusse qualità dei tre musicisti della Nite Life, creano un sound tutto nuovo.

Nel 2014 esce il primo CD della Band,  BLUES AND OTHER VICES : 13 tracce, di cui 11 sono brani originali e due appartenenti alla tradizione.

LAURA FEDELE

Cantante, pianista, autrice e docente, Laura Fedele ha al suo attivo dieci album, un libro e un gran numero di concerti in Italia e all’estero. La sua personalità poliedrica le ha permesso di esplorare differenti ambiti e stili musicali: il jazz, da sempre sua fonte di ispirazione, il blues, la canzone napoletana, la canzone d’autore, il teatro.

Tra i suoi album, un cenno particolare merita Pornoshow, dove Laura ha riadattato brani di Tom Waits in italiano: un operazione tanto ardita quanto riuscita, che ha ottenuto grandi consensi di critica e di pubblico. Dal cd, in seguito, è stato tratto lo spettacolo teatrale 87 Tasti-Storie di vita e canzoni di Tom Waits,  che la vede sul palco in un inedita veste di attrice, oltre che di cantante e pianista.

Laura Fedele è inoltre autrice del libro “Il canto: appunti di viaggio”, edito da Curci, ed è docente di canto Jazz alla Civica Jazz di Milano.

La Nite Life si forma a Milano nel 1985, nata come Band del grande e mai dimenticato bluesman Cooper Terry; grazie alle esperienze accumulate nell’ambito del Blues, ed alla professionalità dei singoli elementi, sotto la guida di Lillo Rogati al Basso, il progetto si realizza.

LILLO ROGATI: nasce dalla scuola Jazz del Capolinea di Milano e dalla scuola civica della stessa città, è tra i pochi Bluesman che hanno fatto la storia del Blues Italiano, essendo sulla scena da oltre quarant’anni. Bassista e contrabbassista di grande forza, il motore della Band, con uno stile molto personale con un walking ed un groove trascinante e di altissimo livello. Fondatore della primissima formazione dei NITE LIFE che, oltre aver suonato con tanti artisti blues italiani ed americani, ora collabora anche con Artisti come Aida Cooper, Ronnie Jones, Arthur Miles, Bo Weavil e tanti altri, in varie formazioni dal TRIO alla BIG BAND formata da otto elementi.

HEGGY VEZZANO: nasce come chitarrista Blues nel 92 e in poco tempo si impone nel panorama blues italiano.

Per questo motivo nel 95 viene chiamato da Andy J. Forest per il tour Europeo di quell’anno, diventando, grazie alle sue indubbie capacità strumentali e musicali, da quel momento in poi  il chitarrista di quella formazione .

Entrato quindi a far parte del giro importante del Blues, viene contattato da grosse Agenzie le quali gli permettono di suonare con Artisti Americani di grosso calibro.

Attualmente con la Nite Life accompagna Ronnie Jones e tanti altri e da ormai tre anni è anche il chitarrista della Band di Daniele Tenca e della cantante di musica leggera Italiana Nina Zilli.

Grazie a queste innumerevoli collaborazioni, la sua esperienza cresce facendolo diventare uno dei migliori bluesman attualmente in Italia.

Giancarlo Cova

Uno dei più apprezzati batteristi blues swing in Italia ed Europa.

Allievo di  Franco Campioni , in  30 anni tantissime le collaborazioni con importanti Band sia in Italia che all ‘estero.

Numerosi festival Europei ( Bellinzona Blues Festival , Vache de Blues (Fr) , Vallemaggia Blues Festival , Ameno Blues Festival, Delta Blues Festival , Blues River Festival, Torano Blues Festival  ed altri …..) importanti club in Italia  , collaborazioni con molti artisti stranieri, Andy Just, Dave Riley , Bob Corritore , Bob Margolin, Vivian  Vance Kelly,  James Wheeler, Steve Arvey, Ronnie Jones, Eugene Hideway Bridges, Gary Wiggin, Lex Gretex , L’il Jimmie Reed, and more.

Ora collabora  con T-Roosters , appena tornati dall ‘IBC di Memphis, con la Nite Life , Laura Fedele e Ronnie Jones.

 

 

Antani Project

Sabato 15 Ottobre HI Folks in Tilt_Antani Project

Partiamo dalla citazione del film ” Amici Miei” : Che cos’è il genio ? fantasia intuizione e velocità di esecuzione !!! …. Da quì nasce una super band di 8 elementi che vi propone un mix unico di Pop-Rock -Punk-Ska.

I classici di ogni genere vengono stravolti, riarrangiati e rivitalizzati. Le hit del momento si alternano ai più famosi brani Ska e Rock creando uno spettacolo esilarante . Dai Madness ai Punkreas dai Casinò Royale agli Ska P dai Green Day a Caparezza dai Black Eyed Peas agli Ac/Dc Non c’è nessun problema …. Ecco Gli Antani! Lasciatevi travolgere da questa scarica di adrenalina allo stato puro. Una Rock band arricchita da una vera e folle sezione fiati. Dalla Sicilia alla Svizzera , dalla Sardegna alla Valle D’Aosta , dal Trentino a San Marino …….ovunque si siano esibiti hanno lasciato un segno indelebile e sono sempre stati riconfermati a pieni voti !!! Gli Antani Project sono DIVERTIMENTO ED ENERGIA PURA TUTTA D’UN FIATO !!! …. considerati da tutti gli addetti del settore la band rivelazione 2013/2014 !!!!

 

The McChicken Show

Venerdì 14 Ottobre HI Folks in Tilt_The McChicken Show

Molto più che una band, questa proposta musicale nasce tra i tavoli dell’Oktoberfest di Monaco con l’obbiettivo di ricreare quello che i bavaresi chiamano Gemutlicheit ovvero un clima di spensierata amicizia, gioia e divertimento tipico della tradizionale festa tedesca.

Dopo anni di presenza costante all’Oktoberfest (e dopo litri e litri di birra…) è maturata la convinzione che uno degli ingredienti fondamentali del divertimento che caratterizza quello straordinario evento è la musica :

ogni biertent accoglie una band che scandisce i ritmi dei brindisi e trascina i partecipanti mischiando sapientemente la tradizione folkloristica tedesca a pezzi moderni ed attuali. Da qui l’idea di interpretare le canzoni che abbiamo imparato ad amare arrangiandole in chiave rock, rendendole dirette coinvolgenti ed esplosive!

Nasce così, quasi per gioco il McChicken Show: non un gruppo come i molti già in circolazione ma una rocktoberband il cui scopo principale è quello di far divertire il pubblico non semplicemente intrattenendolo ma rendendolo parte integrante dello spettacolo !

Gente in piedi sulle panche, mani che si alzano al cielo, boccali che risuonano festosi al richiamo del Prosit sono uno dei molti piacevoli effetti collaterali che accompagnano le esibizioni di questa insolita formazione e che rendono le loro serate uniche e difficilmente dimenticabili !

Presentazione dei componenti del gruppo:

Loris (Dr.Gallina): (DisneyWorld 1976 – più infinito). The vocalist. Dottore , Ingegnere, Luminare, GranTeorico del movimento Gallinismo Estremo, fondato agli inizi degli anni novanta in collaborazione con la Compagnia delle Stinche. Autore di “Io gallina” (1993), “Bere o morire” (1996), “Io, lui e il Dr.Gallina” (1998, testo di culto nel ramo psichiatrico sullo sdoppiamento della personalità),“Una vita senza sillabe” (2000,ed. CdS). Sceneggiatore e regista del famoso documentario storico “Siamo spacciati”, ambientato nel Parco Sempione di Milano.

Paolo “FOX” (Casate 1915-18). Omonimo del noto astrologo (con il quale condivide la passione per i Lederhosen), rappresenta l’anello mancante tra la volpe ed il pollaio. “De mente” per passione e “Gallina” di professione ama definirsi libero interprete del Gemuetlichkeit nazional-popolare. Di rilievo, oltre alla ovvia furbizia, la sua passione per le alici che è solito gustare sorseggiando campari.

Thomas (Repubblica Padana, 1975). Guitar/Voice. Nell’ambiente è soprannominato “Slow Hand” , poiché quando beve prende il boccaglio con calma e grande tecnica (minchia però che efficacia…!). Considerato dagli addetti agli spinatori “il clone di Homer Simpson”, è l’unico uomo al mondo che al quarto giorno di Oktoberfest , alle sette del mattino , è già vestito in uniforme da gaina (tuta e zainetto) canticchiando perversamente “Dai raga che c’ho sete…”. E se provate a chiedergli “Ehi Thomas, dimmi una cosa che ti piace un casino!” , lui ovviamente risponderà “La f..a e tutti i suoi risvolti !” (maaah…-ndr-). Suoi i classici della letteratura imbesuistica “Ancora Birra” e “Non sono in condizione” (Casa Editrice Del Piero).

F.lli Beretta: solamente all’apparenza brave persone, nella realtà sono due ex galeotti catturati nell’82 in Illinois, dopo aver selvaggiamente picchiato a sputi e bestemmie un bambino di 87 anni, colpevole di aver insultato e disonorato la madre del draghetto Grisù. Compagni di cella dei Blues Brothers, i Beer Brothers, a differenza dei due fratelli cinematografici, vestono un completo bavarese (marrone) e portano le occhiaie da stinca. Nella fattispecie sono:

Roby (Corbetta Town, 1975). Guitar/Voice. Il suo vero nome è Bobby Mc Chicken. Vincitore nel 1999 del “Campari Music Awards” con “Mix, Shackerami Shackerami Baby”, si è sempre rifiutato di partecipare al Festivalbar perché, parole sue : “ Il Festival al Bar lo faccio quando e come lo dico io!!!”. Semplicemente shackerato.

Paolino (Corbetta Town, 1979 ). Basso/Voice. Episodio realmente accaduto nel 2001 : ospite del M. C. Show per la presentazione del suo pluridecorato cortometraggio “Burning Beer, lo spinatore assassino” (di Paolino Beretta, con R. De Niro, C. Barbello, B. Moretti, Twenty Beer Fox Production), alla domanda “ma come fa a suonare il basso, lei che è alto un metro e 83” , il Paolino ha eseguito con grande classe ed educazione il giro di basso di “Viva Colonia” utilizzando solamente il suo piede destro e il culo dell’intervistatore con i baffi : record di ascolti, grandi applausi del Parioli, il sipario si è calato un trip. Timidamente fondamentale per i McChicken.

IL Villa (Ulma, Wurttemberg, 1874 – ancora vivo e vegetale). Drum/Voice. Fisicamente…sa tutto : lui non è mc chicken, lui è mc². Definito dalla stampa mondiale “Il Quentin Tarantino della Batteria”, ha in comune con il suo sosia americano la passione per le tute da elettrauto, possibilmente con sotto nuda una bella mignotta fumante (il sigaro, of course). Per le femmine (fumanti e non) è il classico “bello” (dentro) ed “impossibile” (da capire). Ha venduto più di 10 milioni di copie con la sua autobiografia “Do il tempo ai Mc Chicken, gli altri si guardino pure il Meteo”. Recensione della stampa : very pulp, poco fiction.

Nesh (Bust Picul, AD TMCS). Piano/Tastiere. Cacciato dall’Università di Boston per aver creato un ibrido tra un pianista ed una gallina , ha barattato la sua condanna con la presenza nei Mc Chicken Show. “Tremendo” esecutore e poliedrico autore ( sua la partitura in SI/LA/DO per il debutto musicale di Paris Hilton ), la sua tecnica musicale è seconda solo alla sua sete che non gli risparmia mai applausi in tutti i sensi. Quando c’è lo senti e quando non c’è…è al bar !

 

 

Tony Tuono

Giovedì 13 Ottobre HI Folks in Tilt_Tony Tuono

Tony Tuono c’era fin da quando nel 1994 fonda i Revolver , banda di Rock’n’Roll di matrice dark/noir /punk/hard rock con testi rigorosamente in italiano ,visto che Tony preferisce capire quello che canta, e soprattutto preferisce urlare quello che scrive. I REVOLVER con 7 album autoprodotti si sciolgono definitivamente nel 2003 , e a questo punto serve solo tirarsi su le maniche della camicia, possibilmente di colore scuro, e scegliere un’ altra arma per continuare a portare in giro il Verbo. 2004 : ecco la nuova arma Tony Tuono and the Black Roosters : la voce di Tony , il Tuono del Colonnello (r.i.p.) e due Galli Neri da combattimento alla chitarra ed alla batteria. Un trio di rock’n’roll che serve messa per santificare i classici dei Grandi Padri Fondatori , canzoni straconosciute anche dai sassi , infatti i sassi non abbandoneranno mai Tony Tuono, e lui ne è sicuro . …e poi dal profondo delle tenebre , nel 13 esce BELZEBOOGIE ; i Galli Neri scappano , forse dalla paura e il GHOSTABILLY si impossessa definitivamente del cuore e dell’anima di Tony Tuono.

Anno Domini 2016

Primavera

Tony Tuono , insieme al Santissimo Ministro dell’Inferno Parpo C.FELLAS e al Santissimo Ministro della Difesa Jimi Setzer , darà in pasto agli Spectra JESOOTWISTO

Twist Eleison

ballate in pace

la canzone non è ancora

FINITA

Live for Amatrice featuring Rezophonic

29 Ottobre 2016

Concerto benefico per raccogliere fondi in supporto della popolazione colpita dal recente sisma

Hi Folks partecipa al progetto del Comune di Amatrice “Terremoto Amatrice – Adotta un’opera”.

Lo spirito della campagna ADOTTA UN’OPERA è quello di operare in stretta collaborazione con i donatori, in un ambito di totale trasparenza, seguendo un processo di ricostruzione che coinvolga contemporaneamente il donatore, l’amministrazione e il cittadino di Amatrice.

Con questo progetto il Comune, in accordo con lo Stato e con la Regione, coordinerà le opere di ricostruzione del paese attraverso le raccolte dei fondi ricevuti a sostegno della ripresa della comunità.

Una volta completata dal Comune la fase di progettazione e autorizzazione, verrà comunicata al donatore l’avviamento della realizzazione. Il sito del Comune di Amatrice verrà aggiornato, in tempo reale, sullo stato di completamento dell’opera, dall’esecuzione del progetto all’autorizzazione, dalla realizzazione al suo collaudo.

Per supportare questo progetto basterà consumare durante la serata uno di questi due menù:

Hi Folks Burger + Birra media al costo di 20€

Un piatto di pasta all’amatriciana + 1 calice di vino rosso al costo di 15€

Per ognuno di questi menu consumati, verrà devoluta la cifra di 5€ per il progetto; sarà inoltre possibile fare una donazione spontanea alla cassa.

Il ricavato di questa serata di beneficenza verrà bonificato direttamente al comune di Amatrice, al quale indicheremo la decisione di supportare l’opera di ricostruzione delle scuole elementari e medie, che oggi non esistono più.

Abbiamo invitato i protagonisti di un progetto musicale prestigioso, che porterà sul palco dell’Hi Folks molti artisti della scena musicale italiana, e che da 10 anni è impegnato in progetti a scopi umanitari: Rezophonic!

Vi aspettiamo numerosi!